Jump to content

Recommended Posts

La BMW i3

 

 

  • Il lancio della BMW i3 inaugura un‟era nuova dell‟elettromobilità; il nuovo brand BMW i presenta il primo modello del BMW Group prodotto in grande serie ad azionamento esclusivamente elettrico; design futuristico; architettura della vettura rivoluzionaria; tipico piacere di guida BMW;  innovativo collegamento in rete; innovative caratteristiche di qualità premium, fortemente improntate sulla sostenibilità; sostanza di prodotto unica nel segmento di appartenenza, risultante dall‟ampio lavoro di ricerca e di sviluppo eseguito nell‟ambito di project i e dalla superiorità tecnologica del BMW Group.
  • La BMW i3 rappresenta una soluzione coerente e attraente alle sfide attuali e future della mobilità individuale nei grandi agglomerati urbani; prima automobile premium del mondo ideata sin dall‟inizio per la guida esclusivamente elettrica, dunque a emissioni zero; particolare architettura LifeDrive, tecnologia di propulsione BMW eDrive, tipica trazione posteriore BMW e rivoluzionario lightweight design creano le premesse per un equilibrio ideale tra piacere di guidare, autonomia e peso; potenziale di gas serra ridotto di un terzo e, nell‟esercizio con energia di origine rinnovabile, addirittura alla metà rispetto alla BMW 118d, la World Green Car of the Year 2008. 
  • Abitacolo (modulo Life) in materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio (CFRP); tecnica di propulsione, batteria ad alta tensione, chassis, funzioni strutturali e anticrash integrate nel modulo Drive in alluminio; peso a vuoto DIN: 1195 chilogrammi; baricentro basso della vettura; ripartizione equilibrata delle masse tra gli assi; abitacolo spazioso con quattro posti; posizione di guida leggermente rialzata; porte ad apertura a libro; l‟abitacolo in CFRP dalla struttura ad alta resistenza torsionale permette di rinunciare al montante B; tunnel centrale soppresso grazie alla sistemazione del motore direttamente sopra l‟asse posteriore condotto; volume del bagagliaio: 260 – 1100 litri. 
  • Design innovativo nel particolare linguaggio formale BMW i; visualizzazione autentica di sportività ed efficienza; proporzioni indipendenti; selezione cromatica tipica di BMW i con Black Belt all‟esterno; vista laterale caratteristica che esprime leggerezza, con andamento delle linee Stream Flow e ampie superfici vetrate; sbalzi tenuti corti; doppio rene BMW chiuso; design particolare dei gruppi ottici anteriori e delle luci posteriori con sorgenti luminose LED dalla forma a U; luci posteriori integrate completamente nel cofano posteriore in vetro. 
  • Interni dal design innovativo con forte accento sulla generosa abitabilità, sulla funzionalità moderna e sulle futuristiche caratteristiche premium; design pulito grazie alla lavorazione delle superfici secondo il principio del layering; sedili in lega leggera; quota straordinariamente elevata di materiali lavorati al naturale, nonché di materiali riciclati e di materie prime rinnovabili; pulsante start/stop e selettore di marcia speciale integrati nel piantone dello sterzo; strumentazione combinata e Control Display come monitor di bordo montato stand-alone; sistema di comando iDrive con tasto di selezione della modalità di guida di serie; possibilità di scegliere tra quattro linee di equipaggiamenti: Atelier, Loft, Lodge e Suite.
  • Tecnica BMW eDrive sviluppata e prodotta internamente dal BMW Group, inclusi il motore elettrico e la batteria ad alte prestazioni agli ioni di litio; motore elettrico sincrono sviluppato appositamente; potenza massima: 125 kW/170 kW, coppia massima: 250 Nm; trasmissione della potenza alle ruote posteriori attraverso un differenziale; batteria ad alta tensione agli ioni di litio con una capacità di energia utile di 18,8 kWh; controllo intelligente della propulsione e della carica attraverso l‟elettronica di potenza sviluppata dal BMW Group; ricarica alla normale presa di corrente, alla BMW i Wallbox e alle stazioni di ricarica pubbliche. 
  • Caratteristiche di guida sportiva ed elevata agilità: accelerazione  da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi, da 0 a 60 km/h in 3,7 secondi e da  80 a 120 km/h in 4,9 secondi; velocità massima: 150 km/h (limitata elettronicamente); diametro di sterzata: 9,86 metri. 
  • Consumo di energia: 12,9 kWh per 100 chilometri nel ciclo di prova UE; massima efficienza nel confronto con la concorrenza, ottimizzata ulteriormente da interventi puntuali della tecnologia BMW EfficientDynamics, per esempio Brake Energy Regeneration, modo ECO PRO ed ECO PRO+ con funzione sailing; autonomia nella guida giornaliera: da 130 a 160 chilometri nella modalità di guida COMFORT; attivando il modo ECO PRO oppure ECO PRO+ estendibile di rispettivamente 20 chilometri; utile optional: range extender, composto da un motore bicilindrico a benzina da 25 kW/34 CV che provvede a conservare uno stato minimo di carica; l‟autonomia cresce così a 300 chilometri. 
  • Grazie alla sofisticata tecnica di assetto, risulta una combinazione equilibrata di agile maneggevolezza ed elevato comfort di guida; asse anteriore McPherson a braccio unico centrale; asse posteriore a cinque bracci collegato direttamente al modulo Drive; servosterzo elettromeccanico; regolazione della stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control); cerchi in lega fucinati da 19 pollici di serie. 
  • Lightweight design intelligente con abitacolo in CFRP, chassis in alluminio, plancia portastrumenti con struttura portante in magnesio e ottimizzazione coerente del peso in tutti i componenti sviluppati appositamente per il nuovo modello; nel modulo Drive ampio concetto di sicurezza con zone di crash definite con la massima precisione, abitacolo estremamente resistente alle torsioni e sistemi di ritenuta controllati  elettronicamente. 
  • Ampia offerta di BMW ConnectedDrive con funzioni di serie specifiche di BMW i; collegamento in rete attraverso una carta SIM montata fissa nella vettura; BMW TeleServices e chiamata di soccorso avanzata di serie; come optional Driving Assistant Plus con regolazione della velocità su base di telecamera con funzione Stop & Go, assistente di guida in coda, Speed Limit Info e indicazione di divieto di sorpasso, avvertimento di rischio di persone sulla strada e di tamponamento con funzione frenante City e Preview Assistant; come optional pacchetto Assistenza parcheggio con PDC anteriore, telecamera di retromarcia e Park Assistant completamente automatico; come optional Pacchetto Comfort con sensore pioggia, regolazione della velocità con funzione frenante, specchietti retrovisori esterni ed interno autoanabbaglianti; inoltre BMW Online Entertainment, Concierge Services, Real TimeTraffic Information, utilizzo della rete di car-sharing flinc (inizialmente solo in Germania) e ulteriori servizi di mobilità specifici di BMW i. 
  • Offerte di servizi esclusivi di BMW i nell‟ambito di 360° ELECTRIC; BMW i Wallbox per una ricarica confortevole a casa, carta ChargeNow per l‟utilizzo di stazioni pubbliche di ricarica con pagamento non contanti e innovativi servizi di mobilità, app per lo smartphone per la guida intermodale a destinazione, MyCityWay e ParkAtMyHouse.
  • Ampio equipaggiamento di serie, incluso sistema di navigazione Professional con indicazione dinamica dell‟autonomia, connettore USB e AUX-In, dispositivo di viva voce per il telefono, impianto di climatizzazione, volante in pelle, luce diurna LED, Park Distance Control (PDC) con sensori nella coda, cavo di ricarica per il collegamento con la presa di corrente di casa.
  • Concetto omnicomprensivo di sostenibilità che copre la catena completa di valore aggiunto; produzione della fibra di carbonio a Moses Lake (USA) e assemblaggio della vettura nello stabilimento BMW di Lipsia ricorrendo al 100 percento ad energia di origine rinnovabile; offerte di BMW i per l‟utilizzo di corrente ecologica per la ricarica della batteria ad alta tensione; innovativi concetti di vendita per un accesso flessibile alla mobilità individuale.

P90129212_highResP90129194_highResP90128959_highResP90128960_highResP90128955_highResP90129211_highResP90128957_highResP90129200_highResP90129202_highResP90129198_highResP90129214_highResP90128956_highResP90129197_highResP90136177_highResP90136176_highResP90136171_highResP90136170_highResP90136181_highResP90136173_highResP90136169_highResP90136168_highResP90136167_highResP90136166_highResP90136165_highResP90136164_highResP90136163_highResP90136162_highResP90136161_highResP90136160_highResP90136159_highResP90136158_highResP90136154_highResP90136107_highResP90136106_highResP90136105_highResP90136104_highResP90136103_highResP90136102_highResP90136101_highResP90136100_highResP90136099_highResP90136098_highResP90136097_highResP90136096_highResP90136095_highResP90136180_highResP90136179_highResP90136178_highResP90136157_highResP90136156_highResP90136155_highResP90136153_highResP90136152_highResP90136151_highResP90136150_highResP90136149_highResP90136148_highResP90136147_highResP90136146_highResP90136145_highResP90136144_highResP90136143_highResP90136142_highResP90136141_highResP90136140_highResP90136139_highResP90136138_highResP90136137_highResP90136136_highResP90136135_highResP90136134_highResP90136133_highResP90136132_highResP90136131_highResP90136130_highResP90136129_highResP90136128_highResP90136127_highResP90136126_highResP90136125_highResP90136124_highResP90136123_highResP90136122_highResP90136121_highResP90136120_highResP90136118_highResP90136117_highResP90136116_highResP90136115_highResP90136114_highResP90136113_highResP90136111_highResP90136110_highResP90136109_highResP90136108_highResP90136094_highResP90136093_highResP90136091_highResP90136090_highResP90136089_highResP90136088_highResP90136087_highResP90136086_highResP90136085_highResP90136084_highResP90136083_highResP90136082_highResP90136081_highResP90136080_highResP90136079_highRes

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prova e Presentazione BMW i3

2013-11-23-017

Presentazione BMW i3 – BMW Milano 23/11/2013

2013-11-23-0162013-11-23-018

2013-11-23-008 - Copia2013-11-23-0102013-11-23-011 - Copia2013-11-23-009 - Copia2013-11-23-0122013-11-23-015 - Copia

Prova su strada BMW i3 – BMW Milano 15/03/2014

2014-03-15-050_stitch

2014-03-15-0502014-03-15-0512014-03-15-0522014-03-15-0532014-03-15-054

Ho avuto modo di provare su strada, da solo e per un periodo sufficiente per un giudizio non affrettato (quasi un'ora) una BMW i3 dotata del Range EXtender (il motore opzionale da 650cc che ricarica le batterie, qui un'ottima spiegazione del suo funzionamento). Essendo partito con quasi il massimo della carica (136km di autonomia) il REX non è mai entrato in funzione e non posso dire come vada e funzioni l’i3 in modalità “ibrida” (cosa che, invece, avevo provato testando la Opel Ampera ).

La linea è un fattore soggettivo, io ci vedo un forte retrogusto di Opel Meriva (soprattutto la fiancata è veramente molto simile) per riuscire a dargli un giudizio positivo anche limitando il confronto con le monovolume del segmento B che sono le sue vere concorrenti “formali”. Detto questo, grazie all’assenza di motore anteriore e alla rigidità del scocca in carbonio che rende superfluo il tunnel centrale, il pianale è TOTALMENTE piatto e questo regala una sensazione di spaziosità veramente notevole amplificata da alcune soluzioni funzionali della plancia e delle finiture (in legno) decisamente particolari, quasi nautiche, ma apparentemente minimaliste. Una nota di merito al clima, la macchina è molto vetrata, il sole forte, ma dentro ha subito rinfrescato.

Lo spazio per 4, è più che sufficiente (ma non il bagagliaio, più piccolo perché sotto c’è il REX), e la macchina è decisamente confortevole, silenziosissima (priva di rumore del motore, solo un lieve sibilo in accelerazione che fa un pò “effetto filovia”) e con una compattezza incredibile: passando su buche, avvallamenti e dossi, non si sente NULLA, non un rumore, non una vibrazione…la rigidissima scocca in carbonio fa miracoli!

Strani, al primo impatto i sedili, pochissimo contenitivi ai lati, ma integrali nello schienale/poggiatesta… Il tempo di avviarla, cioè di schiacciare il bottone che dice che il motore elettrico è acceso, e di mettere il cambio a due marce (avanti e indietro) in Drive e si parte. Anzi, no…NON si parte perché a differenza di altre auto con cambio automatico la i3 non ha nessun minimo effetto di trascinamento da fermo e quindi anche se non si schiaccia il freno, senza acceleratore premuto, non si muove. Le manovre di parcheggio vanno fatte come se si avesse un normale cambio manuale, di pedale e macia avanti e marcia indietro.

In moto la visibilità è ampia, si viaggia rialzati, ma non a “livello SUV”….il tempo di prendere un minimo di confidenza e la i3 rivela la sua natura di “predatore cittadino”: l’accelerazione e la ripresa da 0 a 70km/ora dei 170cv del motore elettrico che agisce sulle ruote posteriori è *devastante*, assolutamente nulla a che vedere con qualsiasi “cosa” dotata di motore a scoppio anche con centinaia di cavalli in più, per il semplice motivo che NON c’è NESSUN ritardo di risposta nell’acceleratore, NESSUN se pur minimo lag di turbine e/o frizioni, perché il motore elettrico da tutto e da subito e, semmai, “muore” dopo quando il termico prenderebbe il sopravvento. Quindi al semaforo, in qualsiasi occasione urbana serva uno scatto per trarsi d’impiccio o non infastidire nessuno, la i3 risponde sempre e comunque a qualsiasi input dell’acceleratore. La motricità, forse anche per il maggior peso posteriore dovuto al REX che aiuta la TP, sembra infinta. Ecco perché i sedili anteriori sono contenitivi centralmente, e non lateralmente, la i3 ti incolla al sedile, e non per modo di dire!!!

Ovviamente il discorso cambia superati i 90km/orari, l’accelerazione rimane notevole, ma a livello dei suoi 170cv, mentre alla massima velocità autostradale tende a “plafonare” un pò, e sembra che ce ne siano 100 di meno… In autostrada, nei tratti curvilinei e negli svincoli di accesso e uscita vengono a galla i limiti formali dell’auto e l’agilità e la prontezza dello sterzo è quella di un normale monovolume della sua categoria, anche se devo dire che “stuzzicata” in qualche rotonda, se si supera la sensazione di dondolamento (amplificata dai sedili non contenitivi lateralmente), la macchina tiene e risponde sinceramente.

I freni meritano un commento a parte, perché nell’ambito della prova li avrò premuti un paio di volte. L’i3 si comanda con l’acceleratore, se si alza il piede l’auto rallenta (e ricarica e accende gli stop) molto più intensamente di un’auto normale e l’effetto “freno motore”, a qualsiasi velocità, è paragonabile a quello di un auto normale in seconda marcia. Prese le dovute misure e capito un pò il “gioco”, nelle normali situazioni di start & stop semaforico cittadino, si può guidare tranquillamente senza toccare i freni (tanto, come ho detto, tolti i piedi dall’acceleratore, l’auto si ferma del tutto)

Consumi: abituato all’ibrido e alle indicazioni della mia non è stato un problema “fidarmi” di quello che mi diceva la strumentazione dell’i3 per massimizzare il rendimento, sono riuscito SIA a guadagnare qualche km rispetto all’autonomia residua, SIA a vederli calare velocemente durante le prove dinamiche. i 136km di autonomia che avevo alla partenza, conoscendo un pò l’auto, assecondando i suoi consigli e smettendo di fare il fare il “cinghiale godurioso” ad ogni accelerazione, sono reali e, forse, in città si può persino fare di meglio.

A me è piaciuta, MOLTO, 10.000 euro in meno (come l’ho provata io era oltre i 40.000), e una linea differente (meno MV e più coupé/berlina)… una ipotetica i4 REX entrerebbe di sicuro fra le mie ipotesi di acquisto, più di una pari costo 120d, per esempio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×